2 APPELLO : I DENTISTI, DEVONO FARE I TEST SIEROLOGICI E EVENTUALMENTE SE NECESSARI I TAMPONI PER IL COVID 19. IN EUROPA LI ESEGUONO E NOI ?

Appello al Ministero della Salute e ai Governatori delle Regioni Italiane, ai Prefetti, e ai Sindaci.

Ogni Regione dovrebbe approvare con un decreto i test Sierologici a tutti i Dentisti Privati, in quanto a quelli pubblici AUSL (non a tutti) sono già stati eseguiti. Prima di far ripartire gli studi , e ormai ci siamo vicini, è indispensabile dare una sicurezza sulla positività, immunità, o negatività ai medici dentisti e al loro staff. E’anche una garanzia essenziale per i pazienti. Questi dovrebbero comunque essere analizzati dall’USL territoriale come forma obbligatoria.

Solo così si potrà, avere un quadro della diffusione del virus nella popolazione,(La Mappatura). Il contenimento (fase 1), è servito, ma nella (fase 2) , se non si esegue questa importante valutazione di prevenzione e controllo, si rischierebbe una possibile nuova diffusione di contagio da Covid 19.

Le linee guida per gli studi dentistici dovrebbero essere già in vigore, ma per ora non esistono (ci stanno lavorando). In Spagna , Germania, Francia, sono operative da settimane. Il dentista è necessario quanto qualsiasi specialista, il dolore e le malattie e la masticazione, devono essere curate.

Lo studio dentistico dovrà a mio personale giudizio, subire una trasformazione; Diventare una nuova e ulteriore, (in quanto già lo era per altre infezioni) Unità Odontoiatrica Protetta, dove il paziente si reca con sicurezza a curarsi, e il professionista lavora secondo le linee guida senza stress.

Non credo sia necessario che il dentista debba eseguire sul paziente i test sierologici da goccia di sangue con i kit insieme al triage.

La metodologia degli appuntamenti deve essere modificata ; non più di due persone tra Unità Pulita e Unità Sporca. I pazienti devono venire all’appuntamento in orario con Mascherine e guanti obbligatori. Alla Igienizzazione del paziente ci pensa lo staff prima di passare nella zona Pulita. Consiglierei di installare DPI ambientali che garantiscano un’aria filtrata priva di germi nocivi, inibizione del contatto delle suole delle scarpe e degli indumenti dei pazienti e percorsi obbligatori per tutti. DPI personali dello staff, già conosciuti. Sicuramente in attesa delle linee guida definitive è un buon inizio in sicurezza.

Molti di voi mi diranno che sono esagerato, ma credetemi, in un virus ignoto per la sua provenienza e creazione come questo, mutante, ora non più aggressivo come prima, io non mi fiderei, ma ci conviverei, e mi adatterei.

La redazione Fuori dai Denti L’Odontoiatria

Ferrari Gino Eugenio