LA PROCURA DI TORINO INDAGA NEI CENTRI DENTISTICI; COMUNICATO ANDI TORINO

Pubblichiamo un comunicato stampa dell’ANDI  di Torino con firma del suo Presidente Virginio Bobba.

 

Indagini dei NAS nei centri DentalPro Torinesi. La posizione di ANDI Torino alla luce del rapporto dell’Osservatorio ENPAM-Eurispes sulla sanità in Italia

In questi anni di rapide e profonde trasformazioni dell’assistenza odontoiatrica  sono nate varie iniziative commerciali nelle più svariate declinazioni: dai low cost ai franchising odontoiatrici, ovvero nuovi soggetti imprenditoriali che, favoriti e stimolati dagli scenari legislativi venutisi a creare dopo l’avvento della legge Bersani, hanno consolidato la propria capacità di penetrazione nel mercato odontoiatrico, non solo grazie alle attitudini imprenditoriali e competenze  organizzative, ma soprattutto in funzione di una evidente ambiguità normativa.

Infatti sebbene il recente DDL Concorrenza, nonostante i rilievi di incostituzionalità avanzati  dalla stessa Federazione degli Ordini dei Medici,  abbia di fatto legittimato le società di capitale ad operare in forma societaria  in ambito odontoiatrico, ciò contravviene ai vincoli precisati dal Ministero dello Sviluppo Economico, che in un nota del dicembre scorso ha specificato che è consentito l’esercizio esclusivo dell’attività odontoiatrica solo a società tra professionisti regolarmente iscritti all’Albo professionale in base alla legge 183 del 2011. Pertanto dietro alle attività di soggetti che operano in forma societaria (differentemente dalle società tra professionisti) si potrebbero  configurare forme di elusione contributiva e previdenziale. Anche la  complessità organizzativa addotta dai centri odontoiatrici, viene chiaramente meno in base a quanto emerge dall’indagine , viene infatti ribadito che i centri sottoposti ad indagini sono strutture ambulatoriali semplici, che devono quindi attenersi alle normative vigenti per lo specifico settore.

Tale situazione è stata ulteriormente confermata dall’annuale Rapporto sulla sanità in Italia prodotto da Eurispes ed ENPAM, sotto l’egida dell’Osservatorio Nazionale sulla Salute. La ricerca, titolata “Il Termometro della Salute presentata lunedì 18 u.s. presso l’Auditorium del Ministero della Salute sottolinea come “L’organizzazione societaria dell’attività odontoiatrica determina distorsioni del mercato e concorrenza sleale”

Lo confermano i fatti di cronaca della scorsa settimana, riportati sia dalla stampa nazionale che da quella regionale e riferiti all’indagine coordinata dalla procura di Torino, dal procuratore aggiunto Vincenzo Pacileo, a seguito della quale i carabinieri  del Nas hanno effettuato una ventina di perquisizioni in altrettanti di centri dentistici, riconducibili alla catena DentalPro di Torino e provincia, ponendone sotto sequestro una dozzina, avendo rinvenuto farmaci di fascia H, in particolare anestetici ospedalieri non autorizzati all’uso professionale  ambulatoriale, e alcuni documenti “non in regola con una struttura ambulatoriale semplice”.

L’operazione  ha portato per ora “all’iscrizione nel registro degli indagati dei diretti responsabili dei centri in franchising”.

Ulteriore rilievo riguarda i colleghi operanti presso i centri odontoiatrici, in particolare i giovani neolaureati che rappresentano una vera” forza lavoro”,  un “ precariato” con deboli tutele contrattuali e retributive. Le notizie di questi giorni sicuramente preoccupano l’opinione pubblica. Pertanto l’interesse di ANDI Torino è rivolto al cittadino paziente, che deve poter esercitare il diritto di libera scelta del professionista a cui affidare la propria salute, non soggiogato da allettanti  e talvolta fuorvianti messaggi promozionali, ma deve soprattutto avere garanzie di esser sottoposto a terapie validate scientificamente e rispettose delle normative vigenti. ANDI Torino, a fronte delle attuali norme legislative che vedono operare  realtà professionali differenti, dalla libera professione alle iniziative imprenditoriali,  chiede con forza che ciò avvenga nel pieno rispetto dei dettami deontologici  e normativi  con l’unico intento  tutelare la salute dei cittadini pazienti.
Presidente ANDI Torino, Virginio Bobba                                                             vbobba@andi-torino.it

Relazioni con la stampa, Communiqué:                                                                          Elisa Braccia m.p.: 3463951050 – e-mail: elisabraccia@communique.it                    Paolo Angelini m.p.:3492394438 – e-mail: paoloangelini@communique.it

Inviato Alla Redazione di Fuori dai Denti




Ferrari Gino Eugenio

Lascia un commento